1000usi E… UN ROMANZO!

eraldo_baldini_nevicava_sangue

“Giunti ai prati, i due si mettono ad aprire gli alveari e a prelevarne il miele dorato. A Francesco piace molto. Vi affonda le dita e se le porta alla bocca, succhiando avido e a occhi chiusi quel sapore dolce e tanto forte da far bruciare la bocca e la gola. Nella bisaccia ha un vaso che potrà riempire e portare a casa, aggiunto al latte, sarà una buona medicina per la tosse di Anna”.

Eraldo Baldini – “Nevicava sangue”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...