1000usi E UN… ROMANZO!

il_bambino_che_non_sapeva_mentire

“L’ora del tè”, risponde accendendo l’abat-jour. “E tuo padre è a casa. Meglio alzarsi.”

Non voglio andare di sotto. “sei fresca come una rosa”, le dico.

“Fresca come un cetriolo”, replica senza sorridere.

“Sei sicura? Non come una rosa?”

“Non mi va di scherzare, John”, mi prega lei. “Non possiamo passare il tempo a dire sciocchezze.”

[…]

Lui sembra fatto di materiale duro, acciaio o ferro, non facilmente spezzabile. In genere gli uomini della nostra città sembrano fatti di pan di spagna o di polpa di rapa, come i miei zii, Jack e Tony, con la pancia e il collo flaccidi e la pelle chiazzata che sembra ripieno di tacchino”.

M. J. Hyland – “Il bambino che non sapeva mentire”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...